Livorno, 25 ottobre 2018 Sala Conferenze del Cisternino di Città, dalle ore 9.15 alle ore 12.45

Il convegno si svolge nell'ambito delle attività previste dal progetto BIOMAR - aggiudicatario del contributo regionale per il bando Go Green 2018 per le attività previste dall'Art. 2.1.3. Azione C Fotoidentificazione e Censimento specie e dall'Art. 2.1.4. Azione D Formazione, Informazione - realizzato dal Comune di Livorno in collaborazione con il Centro Interuniversitario di Biologia Marina ed Ecologia Applicata "G.Bacci"-CIBM e la Cooperativa Costa Balenae di Imperia.

Il convegno è rivolto alle associazioni e consorzi di pesca e agli operatori che svolgono le loro attività in mare (diving, Associazioni e Consorzi, Organi dello Stato che operano nel Settore e Istituti di Ricerca) e ai Comuni firmatari dell'accordo Pelagos, e le tematiche trattate riguarderanno l'impatto delle attività di pesca sugli ecosistemi marini delle acque toscane, nell'area marina del Santuario dei cetacei Pelagos.

L'attività formativo/informativa sarà a cura di ARPAT, del Centro Interuniversitario di Biologia Marina ed Ecologia Applicata "G.Bacci"-CIBM, della Capitaneria di Porto di Livorno e della Cooperativa Costa Balenae.

Il progetto e le attività saranno presentate dai rappresentanti delle istituzioni promotrici dell'evento - il Comune di Livorno e l’Osservatorio Toscano per la Biodiversità della Regione Toscana: verranno illustrate le attività di censimento delle catture accidentali, i principali aspetti normativi e le attività di controllo sul pescato, l'ecologia delle specie colpite dalle attività di pesca e l'area di interesse scientifico che è il Santuario Pelagos.

Il Convegno si concluderà con un dibattito, aperto alla platea e rivolto ai relatori e alle istituzioni presenti, sulle criticità della materia trattata e sugli aspetti più importanti relativi al progetto di studio, per la salvaguardia e la tutela della biodiversità marina dagli impatti derivanti dalle attività di pesca.

 

Sabato 13 ottobre 2018 dalle ore 9.00 presso il Circolo Nautico Cala Violina

I Comuni di Follonica e Scarlino danno vita ad un’iniziativa congiunta di pulizia dei fondali, divulgazione buone pratiche ambientali e salvaguardia del patrimonio del Santuario Pelagos, volta alla realizzazione di attività congiunte tra Comuni insistenti sullo specchio di mare.

L’iniziativa è stata realizzata con il fattivo coinvolgimento delle Associazioni nautiche, sportive e sociali di entrambi i Territori Comunali, ed è articolata in 2 sezioni: 

  • a mare, mediante pulizia dei fondali dello specchio acqueo (materiali plastici e ferrosi)
  • a terra, mediante la realizzazione di un laboratorio ambientale di divulgazione scientifica sul  Santuario Pelagos con la partecipazione dei cittadini e di 2 classi dell’Istituto “Leopoldo di Lorena”

Per ulteriori informazioni si consulti la locandina qui di seguito

L’Accordo Pelagos assume un Segretario esecutivo.

Le candidature saranno fatte pervenire via e-mail al Segretariato permanente dell'Accordo Pelagos entro e non oltre il 14 ottobre 2018 alle ore 23:59 (UCT/GMT + 2 ore).

pdf Cliccare qui per scaricare il bando.

 

 

Venerdì 12 Ottobre 2018, alle ore 11.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Sarzana (SP), si terrà la cerimonia ufficiale di sottoscrizione della Carta di Partenariato e consegna della Bandiera del Santuario Pelagos per i seguenti otto Comuni Liguri: Alassio, Albisola Superiore, Ceriale, Vado Ligure, Framura, Levanto, Monterosso e Sarzana.

Con queste otto adesioni viene raggiunto il 100% delle sottoscrizioni del Partenariato Pelagos da parte dei Comuni della Regione Liguria, seconda Regione dopo la Sardegna a conseguire tale pieno risultato.

 

Alla cerimonia interverranno:

Giacomo Raul Giampedrone – Assessore alle infrastrutture, Ambiente e Difesa del suolo della Regione Liguria

On.le Lorenzo Viviani – Deputato della Repubblica e Biologo marino.

Dott.ssa Pamela Nascetti - Seaproject s.a.s. - Società titolare di progetti di ricerca in campo ambientale marino

Cristina Ponzanelli – Sindaco di Sarzana 

In rappresentanza del Ministero dell'Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare firmerà le Carte di partenariato e consegnerà le Bandiere del Santuario Pelagos il Comandante C.F. Santo Altavilla – Reparto Ambientale Marino delle CC.PP.

 

Sono ad oggi 105 su 111 i Comuni Italiani aventi deliberato la propria adesione al Partenariato Pelagos, pari al 95% del totale nazionale.

Per ulteriori informazioni si consulti il pdf programma dell'evento

 

Lunedì 28 maggio 2018 presso la Sala Consiliare del Comune di Palau si è conclusa la prima fase del progetto "Un disegno per Pelagos!", realizzato dall’Associazione SEA ME Sardinia e l'Istituto Comprensivo Anna Compagnone, con il contributo del Settore Ambiente del Comune di Palau.

Il progetto ha come obiettivo principale il raggiungimento della consapevolezza che una buona condotta dell'imbarcazione è indice di civiltà e garanzia di tutela per i cetacei che abitano i nostri mari. Il lavoro degli studenti contribuirà concretamente alla sensibilizzazione e alla conservazione dei cetacei del Santuario Pelagos.

Il progetto si è articolato in due fasi principali:

- la prima, iniziata in febbraio, ha coinvolto 74 studenti delle classi 1A, 1B, 1C e 2A di Palau e la 1C di Sant’Antonio di Gallura. Gli studenti hanno disegnato le buone norme del codice di condotta messo a punto dal Santuario Pelagos, da tenere in barca quando si avvistano dei cetacei in mare. E' stato realizzato un libricino pieghevole con i disegni degli studenti, che servirà a sensibilizzare il grande pubblico su questa tematica, che è uno dei principali fattori di disturbo per i cetacei nel Mediterraneo;

- la seconda prevede il coinvolgimento della popolazione locale e dei turisti. Durante la stagione estiva 2018, il comune di Palau, che ha aderito nel 2013 alla bandiera Pelagos, distribuirà il pieghevole nei suoi info-point e uffici del porto a tutti i diportisti che stazioneranno nel porto di Palau.

Per questo progetto sono stati realizzati circa 40 disegni e numerose opere artistiche sul tema, grazie alla preziosa collaborazione dei Prof. di Disegno Giuseppe Corcione e Priamo Pinna, dell'Istituto di Palau e la guida dei biologi e ricercatori dell'associazione SEA ME Sardinia.

 

Sottocategorie